IL DOLORE CRONICO DIFFUSO E' SORPRENDENTEMENTE COMUNE

Mansfield KE, Croft P - Pain, 2016

Quando si valuta il dolore nei pazienti, è facile concentrarsi su una regione specifica del corpo perdendo di vista l'insieme.
Alcuni ricercatori inglesi hanno recentemente condotto una revisione sistematica con l'obiettivo di valutare la prevalenza del dolore cronico diffuso nella popolazione generale. I risultati hanno dimostrato che si tratta di un problema piuttosto comune: ne soffre un adulto su dieci, la prevalenza è doppia nelle donne e peggiora con l'aumentare dell'età fino a stabilizzarsi tra i 40 e i 60 anni.
Il dolore cronico diffuso è definito come un dolore che dura da almeno 3 mesi, localizzato sullo scheletro assile (colonna cervicale e dorsale, torace, colonna lombare), sopra e sotto la vita, a destra e a sinistra del corpo.
Secondo Peter Croft, il mal di schiena cronico si sovrappone molto spesso al dolore cronico diffuso, ma le valutazioni settoriali di molti specialisti portano frequentemente ad ignorare il problema.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it