LOMBALGIA, DEGENERAZIONE DISCALE E LORDOSI LOMBARE

Hansen BB, Spine, 2015
Chun SW, The Spine Journal, 2017
Sadler SG, BMC Musculoskeletal Disorders, 2017

La lordosi lombare è da sempre ritenuta responsabile, in quanto tale o per un suo incremento, dell'insorgenza della lombalgia. 
Gli studi biomeccanici più recenti hanno tuttavia messo in evidenza il ruolo fondamentale della lordosi lombare, ponendo una sua diminuzione come possibile causa di insorgenza di mal di schiena. La relazione tra lordosi lombare e lombalgia ha un grande significato clinico, in quanto rappresenta il punto di partenza degli esercizi per la prevenzione e il trattamento della lombalgia. 
Uno studio a sezione trasversale ha valutato l'entità della degenerazione discale e della lordosi lombare in 38 pazienti con lombalgia e altrettanti soggetti sani.
L'entità della lordosi lombare (misurata da L2 a S1) in posizione sia supina che eretta era minore nei soggetti con lombalgia rispetto ai controlli. La degenerazione discale lombare era associata all'età in entrambi i gruppi ed era maggiore nei soggetti con lombalgia. La diminuzione della lordosi lombare nei soggetti sani era associata ad una crescente degenerazione discale dovuta all'avanzare dell'età (Hansen, 2015). 
Due successive revisioni sistematiche hanno confermato i risultati di questo studio, trovando una forte relazione tra lombalgia e diminuzione della lordosi lombare, in particolare quando associata a degenerazione discale. Oltre alla perdita di lordosi lombare, un limite alla flessione laterale del tronco e all'estensibilità degli ischio-crurali è stato dimostrato essere un fattore di rischio di insorgenza di lombalgia (Chun, 2017; Sadler, 2017). 
Sono necessari ulteriori studi che vadano ad indagare la relazione causa-effetto tra lombalgia, degenerazione discale e perdita di lordosi lombare. 


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it