Guide per le discussioni con i pazienti

Il materiale scientifico presentato sul sito è indirizzato agli operatori del settore interessati alle patologie vertebrali. Per i pazienti le informazioni disponibili in queste pagine hanno solo un valore indicativo e non possono sostituire un parere medico.

Spiegazione delle Guide

Le quattro Guide per la discussione con i pazienti sono sufficientemente specifiche per affrontare una panoramica completa delle preoccupazioni dei pazienti. Le preoccupazioni del paziente tendono a cambiare durante il trattamento. All’inizio possono essere sul sollievo dal dolore, o sulla paura di cause del dolore potenzialmente pericolose. Poi, possono nascere delle domande su particolari esami, procedure e diagnosi. I pochi pazienti che hanno problemi nel superare l’episodio di lombalgia e le relative limitazioni nelle attività della vita quotidiana possono dover considerare i benefici relativi sia di un allenamento più vigoroso sia di un cambiamento delle loro attività quotidiane. Queste Guide non sono progettate per essere proposte ed accettate come tali e quali da tutti i pazienti. Piuttosto, sono progettate per favorire discussioni tra il clinico e i pazienti sui problemi importanti, come è necessario che si faccia.

  1. La prima Guida per la discussione è progettata per preparare il paziente alle raccomandazioni sul trattamento. Può essere fornita a tutti i pazienti se non è stata individuata nessuna grave patologia (probabilmente alla prima visita).
  2. La seconda Guida per la discussione, utile solo per il 10% dei pazienti più lenti a recuperare, aiuta i pazienti a capire l’uso degli esami particolari e la possibilità di una confusione diagnostica.
  3. La terza Guida per la discussione è per lo stesso 10% di pazienti, quando devono affrontare altri trattamenti. Essa aiuta il paziente a capire che l’obiettivo cambia: il semplice trattamento dei sintomi combinato con l’evitare la debilitazione diventa costruire una tolleranza alle attività quotidiane mediante esercizi non dannosi.

L’ultima Guida per la discussione è solo per quei pazienti che, per qualsiasi motivo, hanno difficoltà a superare le loro limitazioni alle attività quotidiane. Essa permette al clinico di aiutare il paziente a giungere alla comprensione delle opzioni disponibili. Se il paziente non riesce a superare le sue limitazioni e non cerca un’alternativa, il clinico ha un modo per occuparsi ulteriormente delle potenziali pressioni non-fisiche (per esempio, psicologiche e socioeconomiche) che possono essere associate alle limitazioni delle attività dovute alla lombalgia .


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it