Ricordo di Paolo Sibilla

Non è facile a livello istituzionale, salutare il nostro ex Presidente, ex Referente della Segreteria Scientifica, nonché il nostro riferimento clinico per il trattamento conservativo della scoliosi in questi ultimi 15 anni come GSS e probabilmente per i prossimi 15 - ma è ben più difficile a livello personale dire addio ad un maestro nell'arcaica accezione del termine, insegnante di clinica e di capacità di rapporto con i pazienti, cui così tanto si deve come io devo a lui. Eppure nella vita tocca farlo. Paolo Sibilla, il dott. Paolo Sibilla (come sempre chi quotidianamente gli stava vicino lo chiamava e lo pensava - e come lui si sentiva), il prof. Paolo Sibilla (non amava essere chiamato così, ma lasciava che lo facesse la sua gente, i suoi pazienti, che desideravano dargli tutta l'autorità che in lui sentivano) ci ha lasciati in una fredda mattinata di novembre, dopo essersi ammalato "sul campo", come tutti noi che l'amavamo temevamo sarebbe successo, senza più riuscire a riprendersi. E' la vita, ma il vuoto che lascia è difficilmente colmabile. Amavo pensarlo negli ultimi anni in terra di Spagna, dove voleva trasferirsi, a godersi un po' di quiete e di sole guardando il mare, come un grande e saggio vecchio con la sua recente incolta barba bianca. Non ci è arrivato. Si è consumato troppo per tutti gli altri. Ed ora mi tocca pensarlo come un sereno ma ormai distaccato osservatore dei suoi pazienti e dei percorsi scientifici e terapeutici che lui ha tracciato. Ci mancherà. Mi mancherà.

Stefano Negrini

 


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it